Kunst-Werk-Statt-Pradl

 

1 posto - 9 artisti

ART si svolge nello studio in Amthorstraße, qui a Pradl.

Vengono creati KUNST e WERKE. Opere d'arte.

È un luogo di creatività.

E un luogo di energia. Un'energia che promuove, produce, rafforza e sostiene l'arte.

 

Con Christian Erhart abbiamo trovato una casa di lavoro per 9 artisti.

E in questa mostra collettiva presentiamo insieme questo KUNST-WERK-STATTE.

 

Christian Erhart ha aperto lo studio nel 2017 dopo un'ampia opera di ristrutturazione e risanamento dell'edificio. Noi, il gruppo "Die Malerinnen", siamo stati i primi a trovare una nuova casa qui. Dipingiamo insieme da diversi anni. A poco a poco 

sempre di più e altri artisti si sono uniti a noi. E intanto il luogo vibra di creatività. È bello vedere che le varie stanze dentro e intorno alla casa sono utilizzate per l'artigianato, la creazione e la produzione. 

 

I nostri metodi di lavoro e i nostri approcci artistici non potrebbero essere più diversi.

 

 

Christian Erhart

lavora con l'argilla. Mostra le sue opere in ceramica. Suona il violino e fa ricerche sulle tecniche più diverse della ceramica, come il raku e la cottura in fossa.

Sono affascinato dal modo in cui i colori si mostrano in varie sfumature attraverso la cottura.

Il suo lavoro è tutto incentrato sui principi del Feng Shui. - Nel discorso preliminare avevamo parlato di "armonia positiva", che lui vuole esprimere. Ma ci siamo presto resi conto che "l'armonia positiva" non esiste! - c'è solo "armonia". L'armonia negativa non sarebbe armonia, vero?

 

 

Aleksandar Markovic

Nato in Bosnia-Erzegovina, ha studiato all'Università di Mostar presso l'Accademia di Belle Arti. È stato "Artist in Residence" in vari luoghi ed è membro del gruppo di artisti "Lucido". Ha insegnato storia dell'arte a Tuzla e si è trasferito in Florida nel 2014, dove ha lavorato come artista freelance. E da qualche anno vive e lavora come artista indipendente a Innsbruck.

Le sue opere hanno a che fare con l'essere umano - la testa, il viso e il corpo. Usa penne 3D. Attraverso questa tecnica i disegni e le linee diventano plastici e si estendono nello spazio. Attraverseranno lo spazio dell'immagine verso lo spettatore.

 

 

I pittori

Noi sei donne, le pittrici, dipingiamo insieme da molti anni. Abbiamo completato la formazione e il perfezionamento con diversi artisti in patria e all'estero. Con piacere abbiamo visitato - e continuiamo a visitare - le accademie d'arte di Bad Reichenhall e Kolbermoor. A volte ci incontriamo presso gli stessi insegnanti e docenti, poi di nuovo ognuno segue la propria passione e il proprio interesse. Insieme visitiamo anche la didattica dell'arte a Innsbruck ogni estate. Ognuno di noi ha sviluppato individualmente 

eppure c'è la comunanza del fare, della pittura. Lo scambio artistico è importante per noi del gruppo e arricchisce il nostro fare. La pittura è un lavoro piuttosto "solitario" - e aiuta a scambiare idee con persone che la pensano allo stesso modo.

 

E ora vi presenterò brevemente i membri e i lavori di questo gruppo.

 

 

Angelika Eckerieder-Vogric

si dedica al disegno e alla pittura sin dalla sua giovinezza. 

 

Il suo lavoro riguarda la percezione del mondo - il mondo fuori e anche dentro. Le opere che presenta qui riguardano le persone, la natura, il divenire, l'esistenza e la morte. Nei dipinti mostra variazioni di tecniche miste in acrilico, pastello, pastello e pigmenti. L'attenzione è rivolta in particolare all'elemento del disegno e alla versatilità dell'artista.

 

 

Karin Lässer

Lavora artisticamente dal 2003 e dal 2017 è una terapista d'arte certificata.

 

Le sue opere qui riguardano l'acqua. L'acqua, essenziale per la vita e punto di attrazione per tutti. Appare in diversi stati di aggregazione, tocca tutti i sensi, si calma, si agita, può essere pericoloso. E Karin traduce questo fascino per i diversi stati d'animo e i riflessi che l'acqua crea nei suoi dipinti. In alcune immagini, sono minuscole sezioni della superficie dell'acqua che trasforma in immagini. Lo chiama: istantanee di natura commovente.

 

 

Ulrike Meissl

Ulrike si è laureata alla HTL per la pittura applicata a Innsbruck ed è rimasta fedele alla sua passione. Lavora in acrilico e mixed media. E il suo lavoro riguarda sempre le persone e la loro interazione con l'ambiente. I dipinti di nudo simboleggiano la nudità e la vulnerabilità dell'individuo. 

 

Dipinge i volti, i suoi occhi aprono uno sguardo nell'anima e nelle storie che vi stanno dietro, che rimangono insondabili. Dice: "L'occhio è la vista fuori e dentro".

 

 

Birgit Neururer

Birgit parla dei suoi quadri come di un "esperimento". Si lascia guidare dai colori e dalle forme ispirate ai paesaggi e ai volti.

Ha iniziato con le arti visive nel 2001 e da allora ha lavorato con tecniche e materiali diversi. In questa mostra presenta i suoi ultimi lavori sul tema "Essere donna". È l'esame dei temi: Devozione, sicurezza, tabù, passione, l'essenza della donna e cosa significa essere donna ORA e OGGI.

 

 

Christine Scherl

Ha iniziato ad occuparsi intensamente di pittura circa 18 anni fa.

I suoi dipinti sono sempre un po' "misteriosi". Ci mostra un mondo simile al teatro. Gli eventi accadono su un palcoscenico. Sono scene surreali, fantastiche, persino oniriche. 

Dipinge persone e animali, alberi e fiori. In realtà riconosciamo sempre l'oggetto che rappresenta. Ma mette le singole cose in contesti completamente nuovi, che non sempre ci appaiono a prima vista.

 

 

ed io, la 6° del "giro dei pittori", Angela Braster

Io stesso dipingo intensamente dal 2010. Ero uno studente dell'accademia per adulti della Städelschule di Francoforte. 

Le opere che espongo in questa mostra riguardano Innsbruck. La mia città natale, il mio punto di vista e i miei sentimenti sulla città. Sono stato via per quasi 23 anni - prima a Vienna e poi 20 anni a Francoforte. Dal 2011 vivo di nuovo in Tirolo e la vista della città è cambiata naturalmente. Nelle immagini elaboro i miei ricordi e la mia attuale visione della casa.

 

 

Il Kunst-Werk-Statt Pradl riunisce sotto lo stesso tetto diverse personalità di artisti. Siamo una comunità di scopo e allo stesso tempo una comunità in cui ci occupiamo inevitabilmente delle opere altrui. Insieme troviamo nuove idee. Sperimentiamo la creatività ed espandiamo il nostro pensiero artistico. Tuttavia, non esiste un "manifesto" o un "programma" al quale ognuno sia subordinato, ma ognuno si sviluppa ulteriormente nel proprio processo individuale. Se si volesse definire il Kunst-Werk-Statt Pradl, si potrebbe chiamare "associazione di artisti per il sostegno reciproco". - O per dirla in parole povere: siamo uniti dalla gioia del lavoro creativo insieme.

 

 

Angela Braster

 

 

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)